Archivio per aprile 2010

RACCOLTA FIRME PER I 3 REFERENDUM

Roma, 30 aprile 2010

Cari amici

è il momento di partire con la raccolta firme per i referendum contro il nucleare, la privatizzazione dell’acqua e il legittimo impedimento.
Infatti, domani 1° maggio ci saranno più di 1000 banchetti con i quali
inizieremo questa importante campagna che ci consentirà di bloccare il ritorno al nucleare, di difendere l’acqua pubblica e fermare il legittimo impedimento con il quale Berlusconi si sta garantendo l’impunità: TRE REFERENDUM PER IL FUTURO DI TUTTI.

In ogni regione, in ogni provincia, in ogni città saremo presenti al fianco dei cittadini per spiegare le ragioni che ci hanno spinto ad iniziare questa nuova battaglia per la libertà, la democrazia e volta a restituire la parola e la dignità agli italiani.

Grazie alla vostra firma darete un apporto decisivo per l’abbattimento di tre normative altamente antidemocratiche.
Se rimarrà la norma sul legittimo impedimento non saremo più tutti uguali
davanti alla legge perchè al magistrato di fatto verrà impedito di processare Berlusconi ed i ministri.

Se non difendiamo l’acqua pubblica ci allontaneremo dai bisogni dei cittadini per svendere un bene prezioso come l’acqua alle multinazionali.

Se non blocchiamo il nucleare spenderemo soldi inutili e metteremo a rischio le nostre città.

E’ già online un sito (http://www.3referendum.it) dove potrete costantemente
rimanere aggiornati sui luoghi dove poter firmare e su come collaborare alla campagna.

Sul portale potrete inoltre trovare notizie sempre aggiornate sui tre temi, risolvere dubbi e diffondere il materiale.
Conto molto sulla vostra collaborazione, visto che certamente non avremo l’aiuto dei mezzi di informazione: per questo vi invito a mettervi a disposizione per Sito internet: http://www.italiadeivalori.it – E-mail: segreteria@italiadeivalori.it

SEDI NAZIONALI
Via Felice Casati, 1/A – 20124 Milano (MI)
Tel. 02/45498411 – Fax 02/45498412
Via di Santa Maria in Via, 12 – 00187 Roma (RM)
Tel. 06/97848144 – Fax 06/97848355

darci una mano e ad interagire con tutti i comitati territoriali i cui riferimenti troverete sempre su http://www.3referendum.it.
Anche su Facebook inseriremo una pagina riguardante le location dei gazebo, inoltre, un account su Twitter darà notizie tempestive e rapide sull’andamento della campagna referendaria e attraverso YouTube
saranno trasmessi video e inchieste in merito agli argomenti trattati dai referendum.

Come sapete, la campagna referendaria si chiuderà il 20 luglio: avremo 80 giorni per raccogliere le 800.000 firme necessarie, una media di 10.000 firme al giorno, una scommessa difficile ma sappiamo bene che insieme abbiamo la capacità per vincerla.

Rimbocchiamoci quindi le maniche e mettiamoci al lavoro.

Sicuro del vostro completo impegno e della migliore collaborazione, vi rivolgo un cordialissimo saluto

Antonio Di Pietro
http://www.3referendum.it

LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VELLETRI INIZIA A MUOVERSI, SOSPESO DAL SERVIZIO L’ING PETRINI DELL’UFFICIO URBANISTICA DEL COMUNE DI MARINO

Dopo la tornata elettorale che ha visto il sindaco Adriano Palozzi spendere non poche energie per dare il suo appoggio all’attuale governatrice Renata Polverini, le notizie provenienti dalla Procura di Velletri riportano nuovamente l’attenzione su Palazzo Colonna. E, neanche a dirlo, al centro del tifone c’è la questione urbanistica. Se nel numero dello scorso Novembre parlavamo di «gravi indagini in corso» rispetto alle quali dirigenti ed assessori mostravano totale estraneità, ostentando la loro buonafede e il loro rispetto delle regole, adesso le indagini hanno portato i primi provvedimenti. A subire le conseguenze sull’inchiesta portata avanti dalla Procura di Velletri è stato l’Ingegnere all’ urbanistica all’Area V Stefano Petrini, lo stesso che, a suo tempo, affermava sulle pagine del Caffè «confidiamo nella Procura(…) dimostrerà la nostra estraneità. Ciò che abbiamo fatto è pienamente legittimo.» L’ingegnere è stato infatti soggetto, a causa di un provvedimento emesso dal GIP di Velletri, ad un’interdizione non cautelare di due mesi, ossia una sospensione dall’attività. Tanto che, il 25 Marzo, è stato a sostituito dall’ Ingegnere Giancarlo Ottaviani, come si legge sull’Albo Pretorio del Comune “Il Sindaco (…)visto il provvedimento 1387/10 del 19 Marzo 2010 del Gip presso il Tribunale di Velletri (…) conferisce la dirigenza ad interim dell’Area V all’Ing. Giancarlo Ottaviani.” Il provvedimento, come prevede il codice, può essere rinnovato al termine della scadenza dei sessanta giorni, intanto, la Procura proseguirà nelle sue delicate indagini. Massimo riserbo da parte del Procuratore della Repubblica di Velletri, Silverio Piro, che ammonisce «La priorità del magistrato in casi come questi è mantenere la riservatezza più assoluta e nella particolare fase dell’istruttoria non è possibile rilasciare alcun commento. Per altre domande rivolgetevi agli avvocati degli indagati.» Petrini, infatti, al momento, non risulterebbe essere l’unico iscritto nel registro degli indagati, ma ci sono altri “grossi nomi” dell’Amministrazione comunale che Il Caffè, in rispetto della riservatezza, preferisce non nominare. Stesso discorso per la motivazione che ha portato all’ interdizione dell’ingegnere che dipenderebbe da un singolo caso per il quale il giornale preferisce mantenere il giusto riserbo. Sembra quindi che le centinaia di esposti inviati in Procura da associazioni e dai singoli cittadini siano ormai da tempo sotto l’occhio vigile dello stesso Procuratore, che, in questi giorni, sta portando avanti le indagini. Una bella gatta da pelare per la Giunta comunale che, dopo aver visto l’esclusione di Adriano Palozzi da un posto quasi sicuro alla Pisana, ora ha problemi ben maggiori da gestire. Noi del Caffè, come la deontologia professionale insegna, abbiamo provato a dare possibilità di replica all’amministrazione, ma come risposta abbiamo avuto il silenzio più totale. Bocche cucite dal Presidente del Consiglio Umberto Minotti che, causa impegni, per oltre una settimana ha manifestato la sua impossibilità ad incontrarci. Altrettanto indisponibile, come ci riferisce l’ ufficio stampa del sindaco, il primo cittadino Adriano Palozzi che, forse, ancora troppo occupato per le elezioni già terminate, non trova il tempo per rilasciarsi una dichiarazione, né ci è possibile prendere un appuntamento con lo stesso

DIFENDIAMO L’ACQUA PUBBLICA

Referendum perché l'acqua sia pubblica!

Il volantino:

link

Appuntamenti:

Banchetto del 1 Maggio

raccolta firme:

h. 14:14 – Piazza del Popolo, Roma – Lazio
more info:

http://www.3referendum.it/

L’ACQUA E’ UN DIRITTO DI TUTTI,
NON UN PROFITTO DI POCHI

PRIVATIZZARE L’ACQUA SIGNIFICA:
1) ARRICCHIRE LE SOCIETA’ PRIVATE E I SUOI AZIONISTI ALLE SPALLE DEI CITTADINI
2) TOGLIERE ALLO STATO LA RESPONSABILITA’ DI GARANTIRE AI CITTADINI IL DIRITTO AD UN BENE VITALE
3) FAVORIRE L’AUMENTO DISCREZIONALE ED INCONTROLLATO DELLE TARIFFE PER CONSEGUIRE GLI UTILI
4) CONSENTIRE AI PRIVATI DI LUCRARE E CONSEGUIRE PROFITTI SU UN BENE DI PRIMA NECESSITA’
5) SOSPENDERE L’EROGAZIONE DEL BENE IN CASO DI RITARDI NEI PAGAMENTI, DUNQUE L’ACQUA NON E’ PIU’ UN DIRITTO MA UNA MERCE
6) DISCRIMINARE LE ZONE PIU’ ISOLATE E DIFFICILI DA SERVIRE
7) APPALTARE LA GESTIONE DELLA RETE IDRICA ALLE MULTINAZIONALI CHE REINVESTIRANNO I PROFITTI ALL’ESTERO SFRUTTANDO LE RISORSE DEL PAESE

FIRMA PER UN REFERENDUM CHE RIPORTI L’ACQUA NELLE TUE MANI

FIRMA PER IL REFERENDUM
INFORMATI SU: WWW.3REFERENDUM.IT
E-MAIL: 3REFERENDUM@ITALIADEIVALORI.IT
WWW.ITALIADEIVALORI.IT

TRE REFERENDUM PER IL FUTURO DI TUTTI

Cara Amica, caro Amico,
è arrivato il momento di fermare l’illegalità, difendere l’acqua pubblica e bloccare il nucleare. Ma lo dobbiamo fare tutti insieme. Per questo abbiamo presentato i quesiti per i referendum contro il nucleare, la privatizzazione dell’acqua ed il legittimo impedimento.
Sarà una battaglia difficile ma la potremo condurre in porto solo se ti avremo dalla nostra parte.
Dal 1° Maggio al 20 Luglio dobbiamo impegnarci con tutte le energie disponibili per la raccolta delle firme necessarie: sono tre Referendum per il futuro di tutti.

Abbiamo tempi strettissimi.

Il 1° Maggio è già alle porte e per quel giorno dobbiamo predisporre 1000 banchetti con i quali iniziare a pubblicizzare i temi e iniziare la campagna referendaria.
Una campagna difficilissima perché – come ben puoi immaginare – potremo utilizzare ben poco i mezzi di informazione, visto che per la gran parte sono di proprietà o sotto il controllo del capo del governo.
E allora ci rimane solo la possibilità del porta a porta, del passaparola, del web e della presenza nelle piazze.
Ma sai benissimo che insieme, quando collaboriamo, non ci ferma nessuno. Lo abbiamo dimostrato già in passato con altre raccolte di firme per la democrazia, ad esempio sul Lodo Alfano.

Rimbocchiamoci quindi le maniche e mettiamoci al lavoro. Dobbiamo prima arare e poi seminare e poi – tra tre mesi – raccoglieremo insieme i frutti.
Tu potrai collaborare come meglio credi, nei prossimi giorni saranno attivi un sito web e una pagina Facebook dove troverai tante informazioni e possibilità di interazione con noi.

Per ora rimani in contatto tramite il sito http://www.italiadeivalori.it.

Sicuro del tuo completo impegno e della migliore collaborazione, ti rivolgo un cordialissimo saluto

Antonio Di Pietro

Referendum contro il legittimo impedimento

GRAZIE A TUTTI E BUONA PASQUA

Cari amici ed amiche,
con l’occasione di inviarvi i nostri migliori auguri di una buona Pasqua, il Circolo dell’Italia dei Valori di Marino nella persona del suo segretario cittadino Sig. Valter Petrini e dei membri del Direttivo vuole ringraziare tutti quanti per il buon risultato ottenuto alle ultime elezioni regionali, infatti nonostante con rammarico la candidata Emma Bonino non sia stata eletta a governare la nostra Regione, il nostro partito ha ottenuto 1412 voti di lista, risultando la terza forza politica a Marino e il secondo partito nella coalizione di centro sinistra.

Ringraziamo anche quanti hanno voluto sostenere con il loro voto il candidato Gianni Loreto Colagrossi che ha ottenuto 90 preferenze risultando il terzo tra gli eletti nel gruppo dell’italia dei valori alla ragione Lazio.
Il fenomeno dell’Astensionismo che ha colpito duramente anche il nostro comune ci preoccupa molto, Il Sindaco Adriano Palozzi gonfia già la fanfara del vincitore a sostegno della Polverini sbandierando un fantasmagorico buon governo sul territorio. Tra un anno si voterà per le elezioni comunali e lo scenario drammatico di vedere nuovamente Palozzi alla guida del nostro comune, con l’amica Polverini a sostenerlo alla Regione, prospetta la dissoluzione finale di Marino come paese dei castelli Romani per consegnarlo al suo destino di indistinta periferia romana priva di qualità urbana. Facciamo dunque un appello a tutte le persone che hanno a cuore e amano questo paese a sostenere il nostro lavoro attraverso un contributo diretto per la redazione di un programma di governo partecipato, raccogliamo le migliori risorse a disposizione e facciamo quadrato per evitare il totale sfacelo del nostro territorio.

ancora grazie e a presto

Direttivo IDV Marino