DIFENDIAMO L’ACQUA PUBBLICA

Referendum perché l'acqua sia pubblica!

Il volantino:

link

Appuntamenti:

Banchetto del 1 Maggio

raccolta firme:

h. 14:14 – Piazza del Popolo, Roma – Lazio
more info:

http://www.3referendum.it/

L’ACQUA E’ UN DIRITTO DI TUTTI,
NON UN PROFITTO DI POCHI

PRIVATIZZARE L’ACQUA SIGNIFICA:
1) ARRICCHIRE LE SOCIETA’ PRIVATE E I SUOI AZIONISTI ALLE SPALLE DEI CITTADINI
2) TOGLIERE ALLO STATO LA RESPONSABILITA’ DI GARANTIRE AI CITTADINI IL DIRITTO AD UN BENE VITALE
3) FAVORIRE L’AUMENTO DISCREZIONALE ED INCONTROLLATO DELLE TARIFFE PER CONSEGUIRE GLI UTILI
4) CONSENTIRE AI PRIVATI DI LUCRARE E CONSEGUIRE PROFITTI SU UN BENE DI PRIMA NECESSITA’
5) SOSPENDERE L’EROGAZIONE DEL BENE IN CASO DI RITARDI NEI PAGAMENTI, DUNQUE L’ACQUA NON E’ PIU’ UN DIRITTO MA UNA MERCE
6) DISCRIMINARE LE ZONE PIU’ ISOLATE E DIFFICILI DA SERVIRE
7) APPALTARE LA GESTIONE DELLA RETE IDRICA ALLE MULTINAZIONALI CHE REINVESTIRANNO I PROFITTI ALL’ESTERO SFRUTTANDO LE RISORSE DEL PAESE

FIRMA PER UN REFERENDUM CHE RIPORTI L’ACQUA NELLE TUE MANI

FIRMA PER IL REFERENDUM
INFORMATI SU: WWW.3REFERENDUM.IT
E-MAIL: 3REFERENDUM@ITALIADEIVALORI.IT
WWW.ITALIADEIVALORI.IT

Annunci

7 Responses to “DIFENDIAMO L’ACQUA PUBBLICA”


  1. 1 marco 23 aprile 2010 alle 20:49

    Dopo la tornata elettorale che ha visto il sindaco Adriano Palozzi spendere non poche energie per dare il suo appoggio all’attuale governatrice Renata Polverini, le notizie provenienti dalla Procura di Velletri riportano nuovamente l’attenzione su Palazzo Colonna. E, neanche a dirlo, al centro del tifone c’è la questione urbanistica. Se nel numero dello scorso Novembre parlavamo di «gravi indagini in corso» rispetto alle quali dirigenti ed assessori mostravano totale estraneità, ostentando la loro buonafede e il loro rispetto delle regole, adesso le indagini hanno portato i primi provvedimenti. A subire le conseguenze sull’inchiesta portata avanti dalla Procura di Velletri è stato l’Ingegnere all’ urbanistica all’Area V Stefano Petrini, lo stesso che, a suo tempo, affermava sulle pagine del Caffè «confidiamo nella Procura(…) dimostrerà la nostra estraneità. Ciò che abbiamo fatto è pienamente legittimo.» L’ingegnere è stato infatti soggetto, a causa di un provvedimento emesso dal GIP di Velletri, ad un’interdizione non cautelare di due mesi, ossia una sospensione dall’attività. Tanto che, il 25 Marzo, è stato a sostituito dall’ Ingegnere Giancarlo Ottaviani, come si legge sull’Albo Pretorio del Comune “Il Sindaco (…)visto il provvedimento 1387/10 del 19 Marzo 2010 del Gip presso il Tribunale di Velletri (…) conferisce la dirigenza ad interim dell’Area V all’Ing. Giancarlo Ottaviani.” Il provvedimento, come prevede il codice, può essere rinnovato al termine della scadenza dei sessanta giorni, intanto, la Procura proseguirà nelle sue delicate indagini. Massimo riserbo da parte del Procuratore della Repubblica di Velletri, Silverio Piro, che ammonisce «La priorità del magistrato in casi come questi è mantenere la riservatezza più assoluta e nella particolare fase dell’istruttoria non è possibile rilasciare alcun commento. Per altre domande rivolgetevi agli avvocati degli indagati.» Petrini, infatti, al momento, non risulterebbe essere l’unico iscritto nel registro degli indagati, ma ci sono altri “grossi nomi” dell’Amministrazione comunale che Il Caffè, in rispetto della riservatezza, preferisce non nominare. Stesso discorso per la motivazione che ha portato all’ interdizione dell’ingegnere che dipenderebbe da un singolo caso per il quale il giornale preferisce mantenere il giusto riserbo. Sembra quindi che le centinaia di esposti inviati in Procura da associazioni e dai singoli cittadini siano ormai da tempo sotto l’occhio vigile dello stesso Procuratore, che, in questi giorni, sta portando avanti le indagini. Una bella gatta da pelare per la Giunta comunale che, dopo aver visto l’esclusione di Adriano Palozzi da un posto quasi sicuro alla Pisana, ora ha problemi ben maggiori da gestire. Noi del Caffè, come la deontologia professionale insegna, abbiamo provato a dare possibilità di replica all’amministrazione, ma come risposta abbiamo avuto il silenzio più totale. Bocche cucite dal Presidente del Consiglio Umberto Minotti che, causa impegni, per oltre una settimana ha manifestato la sua impossibilità ad incontrarci. Altrettanto indisponibile, come ci riferisce l’ ufficio stampa del sindaco, il primo cittadino Adriano Palozzi che, forse, ancora troppo occupato per le elezioni già terminate, non trova il tempo per rilasciarsi una dichiarazione, né ci è possibile prendere un appuntamento con lo stesso

  2. 2 marco 23 aprile 2010 alle 20:50

    ma volete fa opposizione

    • 3 webmarino 24 aprile 2010 alle 02:40

      Grazie Marco per il tuo contributo, come vedi ne abbiamo dato subito ampio risalto.
      Ti posso assicurare che il nostro circolo sta seguendo da tempo la vicenda e stavamo anche noi acquisendo maggiori informazioni sul caso che ha riguardato l’Ing. Petrini.
      Nei prossimi giorni, anche insieme alle altre forze del centro sinistra daremo ampio risalto alla notizia, l’IDV è sempre il primo partito che vigila costantemente sul rispetto della legalità, non a caso in Parlamento ha dato avvio all’iniziativa di disobbedienza civile dando la sua disponibilità a pubblicare le intercettazioni telefoniche che la legge bavaglio di Berlusconi vorrebbe eliminare punendo la libera informazione e i giornalisti che vogliono continuare ad esprimere il loro sacrosanto diritto di critica .
      Quindi continuate a segnalarci qualsiasi caso di illegalità che riguarda il potere politico ed economico, troverete su queste pagine sempre ampio spazio e risalto a tutte le denuncie purchè siano sempre supportate da documenti ufficiali.
      Grazie per il contributo.
      Circolo IDV di Marino

  3. 4 Augusto 28 maggio 2010 alle 12:56

    Buongiorno, non so se siete a conoscenza della situazione delle fatture e bollette acqua da parte di ACEA ATO2 che stanno arrivando in questi ultimi giorni.
    L’acea ato2 sta mandando ora le fatture con le relative cedole di cc con gli importi da pagare. Ma in precedenza aveva mandato i solleciti di pagamento reclamando il pagamento della bolletta cc del mese di marzo.
    Inoltre, ACEA ATO2, richiede in tre risoluzioni di pagamento, il consumo dell’acqua dal 2005 al 1° semestre 2009.
    Questi pagamenti comportano un aggravio sulle finanze familiari.
    Inoltre ho notato che l’acqua che sgorga dal mio rubinetto crea molto calcare, cosa che un paio di anni fà non accadeva. Ogni anno o anno e mezzo devo cambiare lo strumento di scarico del water perchè ha causa di questo calcare si blocca e questo strumento costa dai 70 ai 75 euro + la manodopera dell’idraulico.
    Mi domando:

    1)Se ACEA ATO2 ha acquisito la gestione del servizio acqua del Comune di Marino dal 1° settembre 2007. Il Comune di Marino che cosa ha fatto fino a quella data?

    2)Che cosa ha comportato il passaggio della gestione idrica da pubblica a privata?

    3)Perchè, devo pagare tutto ora, anche se diviso in tre frazionamenti, gli errori commessi da altri?

    VOI NON POTETE FARE NIENTE?

    Scusate il disturbo, ma ci tengo a farvi sapere, penso, cosa ne pensa la popolazione di Marino sulla gestione ACEA ATO23. Cordiali saluti,
    AUGUSTO

    • 5 webmarino 4 giugno 2010 alle 13:08

      Caro Augusto
      grazie per la tua segnalazione, in effetti c’era giunta voce di quese bollette pazze che stavano arrivando ai Marinesi;
      Se sei a conoscenza di altri concittadini che si trovano nella tua stessa situazione puoi contattarci anche telefonicamente al 338/7394500 in modo a darci la possibilità di raccogliere ulteriore documentazione per farne un manifesto e darne ampio risalto sui mezzi di stampa e sul nostro sito, in modo di informare la cittadinanza di quelli che sono i costi che subiamo quando si privatizza un bene di tutti che è l’acqua.
      in compenso ti invitiamo al nostro gazebo informativo che si terrà domenica 6 Giugno in piazza S. Barnana dove raccoglieremo anche le firme per i referendum.
      TI ASPETTIAMO
      Circolo IDV Marino

  4. 6 Paolo 20 agosto 2010 alle 00:09

    Io non sono certo di destra ma devo riconoscere che Palozzi sta facendo tante cose buone per marino. Capisco che questo può’ darvi fastidio ma e’ la verità’ che riconosce la maggioranza della gente. Penso che se anche voi iniziaste a proporre qualcosa di credibile invece di parlare male degli altri, forse protreste diventare una vera alternativa all’attuale governo di marino. Con una vera alternativa e un progetto valido tanta gente come me che sicuramente si ritrova piu’ nel centro sinistra potrebbe avere la possibilità di sostenere qualcosa di concreto, allo stato attuale vedo solo Palozzi che rivince a mani basse. Riflettete e magari rispondete. Grazie

    • 7 webmarino 21 agosto 2010 alle 18:22

      Caro Paolos
      Vorrei sapere da te quali sono le cose buone che Palozzi sta facendo per il nostro paese………forse le fioriere per il corso o le palle di peperino davanti all’entrata del Comune?
      Questo è solo fumo negli occhi, la realtà è ben diversa e te ne puoi rendere conto facendoti un giro per il nostro paese sommerso da milioni e milioni di cemento senza alcuna ben minima infrastruttura dalle strade alle fogne.
      Forse perche bisogna accontentare qualche amico costruttore divorando il territorio con decine e decine di varianti al piano regolatore?
      Per non parlare della mancanza di qualsivoglia politica sul sociale, sullo sviluppo economico, sul rilancio del turismo…….hai notato come è bello il nostro paese in queste serate d’estate……la desolazione più nera, mentre paesi come Frascati o Albano sono pieni di iniziative culturali e pieni di gente.
      Vogliamo parlare della finta raccolta differenziata? che altro non è che la vecchia raccolta dei rifiuti che si faceva prima. In autunno ti accorgerai come questo modello di raccolta di rifiuti peserà sulle nostre tasche visto che ci sarà un forte l’aumento della Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani).
      Perchè non favorire la raccolta porta a porta che costa di meno e favorisce realmente il riciclo?
      Vogliamo parlare della privatizzazione dell’acqua all’Acea Ato 2 che sta vessando con bollette stratosferiche le famiglie dei marinesi? Invece di seguire l’esempio di comuni virtuosi, come Aprilia, che stanno tornando al modello di acqua pubblica? Noi su questi temi abbiamo anche raccolto le firme per un referendum.
      Vogliamo parlare della multiservizi che in questi anni ha aumentato il numero dei dipendenti, ma i servizi sono sempre gli stessi e il bilancio continua a reggersi solo sulle farmacie comunali….ma tutta questa gente era necessaria?
      Questo sarebbe il buon operato del nostro sindaco?
      Noi abbiamo in mente un altro modello di sviluppo che per il momento è racchiuso nei nostri 5 punti programmatici che puoi trovare su questo sito e che abbiamo messo on-line dallo scorso Marzo….la prima forza politica a Marino a farlo.
      Non solo abbiamo dato vita anche a una campagna che aveva come obbiettivo un programma di governo partecipato, perchè crediamo che la risposta ai problemi del paese ce la debbano dare i cittadini con le loro proposte, solo così potremo ritornare a un modello di democrazia reale dove il cittadino deve tornare ad essere protagonista del suo fututo e non a subire passivamente le decisioni del potente di turno, non credi?

      Vedi le cose da dire ce ne sono parecchie, però noi al contrario di altri abbiamo già da tempo presentato il nostro modello alternativo di governo per il paese con iniziative che stiamo portando avanti dallo scorso Settembre con gazebo informativi, riunioni con associazioni, manifesti, internet, giornali.
      Quindi ti invitiamo a prestare più attenzione alle nostre iniziative, anzi visto che sei un elettore di centro sinistra perchè non dai anche tu un contributo? L’IDV è un gruppo di persone oneste, che non hanno mai avuto incarichi politici o pregresse esperienze in altri partiti o movimenti, ma che hanno solo in mente una cosa……..IL MEGLIO PER QUESTO PAESE.

      Noi ci crediamo……a presto

      Andrea Mercuri – Vice Presidente circolo IDV di marino


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: