Palozzi – Onorati, che noia!

La campagna elettorale sembra già essere ufficialmente partita dopo le ultime dichiarazioni tra il sindaco Palozzi e l’on. Onorati, che non fanno altro che rivendicare la bonta delle scelte politiche delle proprie giunte accusandosi a vicenda dei disastri che ha prodotto questo attuale PRG e dell’edilizia indiscriminata che è stata riversata sul territorio, stuprandolo per sempre.

Noi dell’IDV riteniamo che questo continuo battibbeccare sul passato non interessi a nessuno, sopratutto ai marinesi, che sono in attesa di ricevere risposte serie e valide alle loro annose domande, che si legano inscindibilmente ad una:
1) Quale deve essere lo sviluppo socio – economico del territorio di Marino?

Noi riteniamo che solo rispondendo a questa domanda possiamo fare del bene al nostro paese, attraverso un nuovo modo di vedere il territorio grazie e sopratutto al contributo delle università con figure tecniche di alto livello e spessore che possano portare idee e progetti che gli amministratori dovranno realizzare.
Solo attraverso un ripensamento radicale sul modello economico del nostro territorio, potremo ridare impulso e vigore a una nuova rinascita delle attività produttive locali.
Noi abbiamo già più volte detto ed espresso questi concetti nei nostri banchetti e ai tavoli in cui siamo stati invitati a discutere, ma sembra che la stampa locale sia più interessata a dar voce ad altro……….peccato.

E’ il tempo quindi di capire che le risposte alle problematiche del paese non si trovano con gli accordi o gli inciuci di partito, ma solo ed esclusivamente aprendosi all’esterno e non rimanendo chiusi nel proprio provincialismo parentale – speculativo.

La nostra forza politica non ha interesse per quello che è stato fatto, che oggi è sotto gli occhi di tutti indipendentemente dalla giunta o dalla persona che lo ha voluto o approvato, noi guardiamo al domani e a quello che bisogna fare.

Il nostro è un comune che è entrato in uno stato di coma da troppo tempo, all’interno del quale la gente muore, come sta accadendo alle frazioni per via del problema del Radon e delle polveri sottili prodotte dal vicino aereoporto di Ciampino.

Noi, ma non solo, vogliamo dare una risposta a questa domande, rinnovando l’invito ai cittadini a portare un contributo positivo in termini di idee e programmi, attraverso l’elaborazione di un programma di governo partecipato.

Questo è il nostro obiettivo, questo è il nostro sogno

Per Marino solo il meglio

Andrea Mercuri
Circolo IDV di Marino

Annunci

5 Responses to “Palozzi – Onorati, che noia!”


  1. 1 Luciano Saltarelli 25 giugno 2010 alle 11:26

    Il battibeccare come tu lo definisci tra il Consigliere Provinciale Ugo Onorati e il Sindaco di Marino (uscente nel 2011)credo che serva per far capire alla cittadinanza, la quale si crea la propria opinione dei fatti soprattutto attraverso i media per far emergere la chiarezza o verità sul PRG. Il fatto che la spampa locale da molto spazio a questo tipo di comunicazione è perchè la gente è curiosa e vuole sapere su questi fatti. E’ sotto gli occhi di tutti l’aumento di offerta abitativa senza adeguati servizi (fogne, asili, scuole, ecc) per non parlare di una assenza totale di zona artiginale. Il piano regolatore di Marino prima che si insediasse la Giunta Onorati risaliva agli anni 70, penso che dopo 30 anni e più era giusto metterci mano. La gente di Marino deve anche sapere che il PRG è uno strumento che deve tener conto di molti fattori; non si fanno prg tutti gli anni. Lo scempio che ha messo in atto la Giunta di Palozzi deriva dalla violenza fatta sul territorio. Credo che nessuno sia contrario allo sviluppo, puchè sia sostenibile. La Giunta Palozzi ingorda a messo sul territorio una immane colata di cemento in meno di 3 anni, invece di rispettare dei parametri come la demografia e la crescita sostenibile dando modo al territorio di svilupparsi per i prossimi 30 anni. Per concludere, visto che Palozzi continua a definire folle questo prd attribuento la responsabilità ad altri, perchè non ha fatto una variante di salvagurdia? perchè non ha fatto nulla per contrastare le cementificazioni? dove sono i poteri del Sindaco?.
    Forse è il caso che Palozzi ci dica sul perchè non ha fatto nulla per contrastare l’attuale prg.
    Chiudo con una metafora che forse ti ricorda qualcuno: il Prg è come un “bisturi” lo puoi usare per fare dei piccoli tagli o per uccidere una persona. Palozzi l’ha usato per uccidere il territorio.

    • 2 webmarino 25 giugno 2010 alle 12:59

      Caro Luciano
      Sull’interesse della gente a questo rimpallo di responsabilità non sarei proprio così sicuro, io credo che i marinesi interessi ben altro e cioè :”cosa si deve fare per salvare questo paese”?.
      Prendo atto che purtroppo la stampa locale sembra concentrata solo a dar spazio al “botta e risposta” tra il Tizio e il Caio della situazione, peccato, forse invece si potrebbe dare maggiore risalto alle idee e ai progetti delle forze politiche e su quello che si vuole fare, almeno il dibattito politico potrebbe essere orientato anche su altri temi, non credi?
      Sulla storia del PRG e su quello che ha fatto Palozzi sono stato già ampiamente informato in questi mesi, cmq grazie del prezioso ripasso, e infatti proprio per questo motivo il nostro circolo già da Marzo ha indicato quelli che erano i propri 5 punti programmatici, che vedono la questione urbanistica come centrale.
      Spero che chi dovrà rappresentare il centro sinistra alle prossime elezioni dia maggior spazio al programma, le polemiche lasciamole fare agli altri che di idee ne hanno ben poche.
      Andrea Mercuri

      • 3 Luciano Saltarelli 26 giugno 2010 alle 20:08

        Caro Andrea, non è mia intenzione fare polemica. Ma quanto accaduto negli anni passati sta venendo fuori proprio in questi giorni, possiamo dire che si sta avviando un processo che porterà alla verità sulle responsabilità del prg.
        Tra i vari “battibeccare” ogni tanto esce fuori un documento dai cassetti come quelli che ci ha proposto l’Associazione Marino Aperta vedi: http://www.paconline.it/archives/30794

        Credo che in politica prima di tutto occorra trasparenza. Quello che si è avviato tra Onorati e Palozzi è un processo che porterà alla chiarezza delle responsabilità in merito al prg.

        Il fatto che Palozzi attacchi di continuo Onorati è perchè attualmente è l’unica persona che teme. Non per altro, ma per il consenso consolidato.

        Un caro saluto.

  2. 4 ivano ciccarelli 28 giugno 2010 alle 11:37

    caro andrea e care, cari dell’idv di marino
    credete d’avvero che la politica – nel 2010 e a marino poi! – sia l’arte del governare? Naaaaa! la politica, soprattutto a marino, è l’arte della menzogna.
    La politica è anche storia, forse soprattutto Storia! sò pure che non sarò certamente io a spiegarvi che la Storia, in Italia come a Marino, la stanno riscrivendo. Se vi annoiate con la Storia del PRG locale allora chessò… la storia del “ventennio” vi mette a dormire. Eppure sappiate che; l’altro ieri “si parlava male” del fascismo, ieri “si parlava” di fascismo, oggi “ri-parlano” i fascisti. Questo per dirvi che la memoria storica ha bisogno non solo di essere stimolata ma tutelata!
    Ovvio il PRG di Marino è Storia locale, ma pur sempre Storia e credo valga la pena tutelarla, o no? Ovvio, con gli argomenti, non con la sterile polemica.
    Siete troppo belli e simpatici e – giuro! – vi auguro di non cambiare mai!!!!
    Però… però… (purtroppo in Italia e figuriamoci da ‘ste parti; ci sono tanti, molti, troppi “però”!) mi sale la curiosità di sapere se avete provato la stessa noia quando a Grottaferrata il recentissimo ballottaggio l’ha vinto il CSinistra (per 90 voti) con i voti transfughi della lista civica di destra di Bosso poi immediatamente risarcito da Astorre con una lauta consulenza in Regione da 30 mila €. Un’operazione trasparente? Cristallina? E il Vostro Tomboletti è uno distratto o era informato? E ad Albano? Il Vostro Giorgi lo sa che governa con personaggi da prima repubblica collocati da Astorre al posto giusto (LLPP) e al momento giusto? (cioè quando arriverà il fiume di € per l’inceneritore, perché ad Albano l’inceneritore si farà, amenochè – cosa che auguro – non spunterà una nuova Scansano o Acerra dove “non i partiti” bensì la Popolazione seppe dire di no a schifezze simili!)
    E a Marino? Il primo tentativo di “costituente” è stato fatto naufragare nella solita coalizione di CS che preparerà la solita candidatura, per il solito governo di CS fotocopia, di cui è capace non il PD (che non c’è piu) bensì il suo factotum locale alias Astorre! Riducendo l’agorà della Politica a roba molto simile alla “fila dal dottore” dove al posto della ricostituente aspirina, tutti i partitini, così subordinati, scodinzolano trepidanti nell’attesa del loro rigenerante assessoratuccio.
    Catastrofico? Realista? Fate Voi! Anzi: ma Voi – anime terse – che fate?
    Col cuore in mano, Ivano Ciccarelli
    (per Marino città aperta 25.06.2010)

    • 5 webmarino 28 giugno 2010 alle 15:10

      Caro Ivano e Cari amici belli e simpatici di Marino Città Aperta
      Vedo con piacere che l’articoletto che ho messo sul blog ha suscitato un pò di dibattito, meno male, almeno si inizia ad aprire un confronto sui programmi, visto che fino ad ora si parla solo di uomini e candidature, e sinceramente è una cosa che poco mi appassiona.
      Cmq in merito alla storia del PRG credo di aver già molto imparato in questi mesi e quindi mi sono fatto un idea generale delle responsabilità nel bene e nel male di quello che è stato fatto in passato.
      Ovviamente capisco il vostro interesse a fare di questo continuo “botta e risposta” con Palozzi il mezzo principale per fare conoscere la vostra lista civica ai marinesi, alla fine ognuno, anche se all’interno di una coalizione in costruzione, cerca di portare l’acqua al suo mulino o no?
      Capisco anche che ognuno vuole rivendicare quanto ha fatto di bene a Marino nella precedente giunta Onorati, io fortunatamente non ho di questi pensieri, e quindi è normale che le mie preoccupazioni siano più orientate al futuro, o no?
      Quindi a me del passato e di quello che è stato fatto dai precedenti sindaci non interessa molto, e come ho sempre detto, il nostro obbiettivo è il dopo-Palozzi.
      In particolare il mio obiettivo e di questo partito è quello di ripensare e rivalutare questo territorio, sconvoto e sconquassato dalla cementificazione e dalla speculazione di questa giunta di centro – destra, che ignora che al suo interno, e parlo delle frazioni, la gente muore per colpa del Radon e delle poleveri sottili causate dal vicino aeroporto di Ciampino.
      Ed è per questo che siamo stati i primi a mettere sul tavolo il programma elettorale, almeno nei suoi 5 punti, questo perchè di cose da “fare” ce ne sono molte ed è quello che stiamo cercando di comunicare alla gente con i nostri manifesti e gazebo (ignorati dalla stampa locale, chissà perchè?), anche e sopratutto attraverso la stesura di un programma di governo partecipato.
      Queste “anime terse”, come le chiami tu, hanno sposato un idea e un progetto e da Settembre lo stanno portando avanti con numerose iniziative (il blog è la nostra memoria storica); se riusciremo a realizzarlo vorrà dire che avremo lavorato bene, altrimenti torneremo tutti alle nostre vite di sempre, visto che non dobbiamo campare di politica e quindi “l’assessoratuccio” non è il nostro obbiettivo giusto per darci un contentino.
      Di Astorre, Bosso, Tomboletti, Remo Giorgi e chi più ne ha più ne metta, non mi interessa molto, ognuno fa le sue scelte politiche e di vita assumendosene le responsabilità, io ho già poco tempo per pensare a me stesso, figurati se devo pensare a gente che neanche conosco personalmente.
      Sulla difesa del territorio da porcate come l’inceneritore saremo vigili e non faremo sconti a nessuno, come è già accaduto con l’ecocentro di Grottaferrata (manisto e gazebo per le piazze fatto a Ottobre/Novembre 2009, ovviamente ignorato dalla stampa, strano vero?), quindi da questo gruppo di persone ci sarà sempre il massimo dell’attenzione su questi temi, ad ogni livello.
      Pertanto con la massima stima e simpatia ti dò appuntamento alle prossime sedute della costituente dove si approfondiranno i temi programmatici, sperando che dal confronto possano emergere idee nuove e innovative per questo paese.
      Un saluto
      Andrea Mercuri
      Vice-Presidente Circolo IDV Marino


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: