IL CORAGGIO DELLA VERITA’

Il danneggiamento delle statue di Falcone e Borsellino è un atto incivile e dal timbro chiaramente intimidatorio sul quale occorre fare subito luce. E’ un segnale inquietante che ha in sé una valenza simbolica che non può essere ignorata. Non credo sia un caso che ciò avvenga nel periodo in cui molte inchieste hanno fatto emergere nuovi elementi sulle stragi del ’92. Inchieste che lanciano ombre inquietanti sul ruolo di alcuni protagonisti dell’attualità. Lo Stato dovrebbe supportare la ricerca della verità fino in fondo, ma se all’interno dello stesso Stato ci sono personaggi collusi con la mafia, che attaccano a giorni alterni la magistratura, che non aiutano i collaboratori di giustizia, tutto diviene più difficile e la richiesta di legalità appare quasi paradossale.
La lotta alla mafia va portata avanti con i fatti, con leggi che agevolino il lavoro della magistratura e non certo con i vari provvedimenti di questo Governo: dallo scudo fiscale ai tagli economici al comparto sicurezza, contenuti nella manovra, sino al disegno di legge sulle intercettazioni. L’Italia dei Valori, che ha nel suo dna la lotta a tutte le mafie, parteciperà lunedì a Palermo al corteo delle agende rosse per chiedere verità, giustizia e che le vittime di quegli anni vengano ricordate con provvedimenti a sostegno della magistratura e delle forze dell’ordine. Oggi più che mai è necessario il coraggio della verità.

ANTONIO DI PIETRO

(dal sito www.antoniodipietro.com )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: