Archivio per agosto 2010

QUI IN ITALIA COME FACCIAMO?

Nel 461 a.c. Pericle pronunciava un celebre discorso agli Ateniesi sul significato della democrazia, che ci è stato tramandato da Tucidide nell’opera “La Guerra del Peloponneso”

Molti anni dopo, nel 2003 d.c. la RAI (radio televisione italiana) azienda pubblica finanziata dai cittadini italiani attraverso il pagamento del canone, riuscì a censurare la messa in onda di questo testo che doveva essere declamato da Paolo Rossi nella trasmissione televisiva Domenica In.

Oggi anno del signore 2010 crediamo che questo testo e queste parole siano sempre più attuali per descrivere la degenerazione a cui è arrivata la nostra situazione politica nazionale e locale.

E’ ora di svegliarsi!!!

Buona visione, ogni parola a commento sarebbe superflua……..

Qui ad Atene noi facciamo così. Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.
Qui ad Atene noi facciamo così.
Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.
Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.
Qui ad Atene noi facciamo così.
La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.

Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.
Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.
Qui ad Atene noi facciamo così.

Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.
Qui ad Atene noi facciamo così.

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benchè in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.
Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore
.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versalità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così.

UN ESTATE A MARINO

Chi di voi ha avuto la sfortuna, come il sottoscritto, di passare le proprie ferie a Marino?

Purtroppo più passano gli anni e le famiglie che si possono permettere una vacanza sono sempre di meno per via della crisi e quindi i comuni sono impegnati costantemente ad organizzare eventi, sagre, spettacoli per allietare le ferie dei propri concittadini che rimangono a casa.

Dalla capitale oramai sta diventando una consuetundine la cosidetta “Estate romana” che con il passare del tempo sta riscontrando sempre più consensi, anche per la qualità degli eventi che l’amministrazione organizza nel suo territorio, sfruttando le bellezze artische delle sue ville e piazze.

Anche i castelli romani non sono da meno: Frascati avvia la propria stagione con il Festival delle Ville Tuscolane con spettacoli di musica, teatro fino ai primi di Agosto, per poi concludere la stagione con la manifestazione Frammenti che ogni anno si tiene a Villa Sciarra. Anche il comune di Albano concentra tutte le sue iniziative nel programma di Albano estate che si svolge a Villa Doria nei mesi di Luglio e Agosto. Ariccia organizza l’evento “Fantastiche visioni” con spettacoli teatrali sul belvedere di Piazza Mazzini. Castel Gandolfo offre oltre alle bellezze del lago, anche piacevoli passeggiate in mercatini e bancarelle sistemate nella zona dei parcheggi dopo la galleria. Velletri invece dà spazio al mondo dell’arte, con “Estate a regola d’arte” offrendo un percorso ludico-pedagogico ai bambini per farli avvicinare al mondo dell’arte per tutta la stagione estiva. Anche gli amici di Rocca di Papa hanno un ricco cartellone di manifestazioni e festeggiamenti all’interno del proprio comune con “R…estate a rocca 2010”.

Insomma mentre intorno a noi è un fiorire di manifestazioni ed eventi a Marino non si segnala nessuna iniziativa in tal senso, lasciando il paese abbandonato a sè stesso nella desolazione più totale.

Perchè ci dobbiamo meritare questo trattamento? E’ giusto che anche noi dobbiamo avere la nostra “estate” come gli altri paesi limitrofi o no? Oppure dobbiamo attendere come al solito Ottobre con la bendetta sagra dell’uva che diverrà ben presto sagra del cemento?

Noi crediamo che il rilancio di questo paese debba necessariamente passare per una nuova politica turistica, che faccia di Marino un centro di cultura per 365 giorni all’anno, attraverso una programmazione di eventi che riguardino l’intero terriotorio al fine di valorizzare le proprie bellezze artistiche, storiche e gastronomiche…..anche e sopratutto d’estate, sfruttando la bella stagione.

Questo potrebbe essere un ottimo volano per il rilancio del commercio e delle attività produttive che sopratutto in questo periodo vivono momenti difficili di forte crisi.

E’ compito delle istituzioni e sopratutto dell’amministrazione comunale attivare politiche in questo senso, invece di illudere la cittadinanza con 4 fioriere e 5 palle di peperino davanti all’entrata del comune o mettendo 2 bandoni con l’insegna del “centro commerciale naturale”, quando poi non si sviluppano politiche di ricezione turistica che valorizzino il nostro paese.

Noi di IDV vogliamo questo…..solo il MEGLIO

Andrea Mercuri – Vice Presidente circolo IDV di Marino

IDV MARINO WEB TV N°0

Inauguriamo oggi il numero zero dei nostri video web, in questo primo filmato vengono sintetizzate, in un mix di video ed immagini, tutte le attività ed iniziative politiche che sono state promosse dal circolo o a cui lo stesso, per mezzo dei propri tesserati, ha partecipato da Settembre ad oggi (gazebo, manifesti, congressi, cortei ecc. ecc.).

Nei prossimi mesi daremo spazio a messaggi video web, anche per dar modo di delineare puntualmente  quelle che sono le nostre proposte per il cambiamento in meglio del nostro martoriato paese, vittima del malgoverno della giunta palozziana, nonchè per dare voce ai nostri tesserati, simaptizzanti e amici che militano in questo partito e vogliono un alternativa di governo seria e credibile a tutti i livelli.

Speriamo che anche in questo modo potremo essere più vicini ed attenti alle problematiche del nostro territorio e dei nostri cittadini, fiduciosi che il nostro circolo sia ben presto protagonista anche all’interno di Palazzo Colonna e non solo….

Buona visione

Andrea Mercuri – Andrea Trinca – Vice presidenti circolo IDV Marino

CONSIGLIO COMUNALE: CONSUMIAMO E SVENDIAMO IL NOSTRO TERRITORIO, LA RICETTA PALOZZI PER SANARE I DEBITI DEL COMUNE

6 agosto 1945 ore 8.16: Bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki

6 agosto 2010 ore 16.30: Consiglio Comunale di Marino votate 6 Varianti al P.R.G.

Con le debite proporzioni a volte le date delle distruzioni trovano inquietanti coincidenze

Lo scorso venerdì 6 Agosto si è celebrato l’ennesimo consiglio comunale nel quale si continua a sancire il consumo e la svendita della nostra Terra, come è ormai diventata consuetudine da 4 anni a questa parte, da quando il sommo Palozzi è salito sulla poltrona più importante di Palazzo Colonna. Ormai è palese e pubblicamente ammesso questa è la ricetta per avere il bilancio in attivo, lasciare che si compiano migliaia di metricubi di fabbricati residenziali affinchè i debiti comunali siano assolti. Siamo a questo, come un povero indebitato costretto a vendere un rene o magari un occhio per pagare i propri debiti, Marino si priva così dei suoi organi vitali: il Territorio.

All’ordine del giorno del Consiglio Comunale c’erano ben 6 varianti al P.R.G., dove magicamente terreni che un tempo erano destinati a servizi pubblici si sono trasformati a residenziale privato.

La maggioranza con il sindaco in testa hanno continuato a ripetere la vecchia e poco credibile litania relativa al fatto che loro stanno dando semplicemente esecuzione a un piano regolatore generale ereditato dalla sinistra e quindi, come si suol dire, si trovano con le mani legate dinanzi a certe scelte e quindi continuare a regalare varianti agli amici costruttori è un atto dovuto a cui non vi si può sottrarre.

Certo, soprattutto quando si è siglato un intesa con la Regione Lazio per programmare la costruzione di ben 800.000 metri cubi di cemento su tutto il Divino Amore, un atto scellerato figlio di una delibera consiliare tenutasi alle ore 16:00 del 24 Febbraio senza alcun numero legale, non all’ordine del giorno e con soli 10 consiglieri!!!!

Ovviamente l’IDV non c’entra e questo schifo non l’ha mai votato, cosa che (e questo gliene dobbiamo dare atto) ha ricordato anche Palozzi nel suo lungo intervento

Inoltre il nostro accaldato sindaco ha espresso pacificamente il concetto che con i soldi degli oneri concessori lui ci sta tappando i debiti; a scapito però della distruzione totale di un territorio.

E’ questa la politica finanziaria del Comune? Solo con la cementificazione indiscriminata si possono risanare le casse comunali? E la multi servizi a cosa serve?

La nostra idea di urbanistica è molto chiara e molto diversa

Blindatura della “Questione Urbanistica”; Blocco immediato delle attuali varianti in atto, al fine di elaborare con metodo partecipativo un Piano Strategico propedeutico ad un nuovo PRG: Coinvolgimento diretto di Università Italiane ed Europee, nonché di professionalità internazionalmente riconosciute per attivare su Marino un Laboratorio di Urbanistica, Architettura del Paesaggio e Bio-Architettura che sia autofinanziabile e che fissi le linee strategiche per il ridisegno del territorio secondo forme di sviluppo locale sostenibile

IDV Marino

Andrea Mercuri e Andrea Trinca

“Incontro dei Valori – Festa programmatica” Vasto 17-18-19 settembre 2010

Carissimi

Siamo ad agosto ed eccoci ad interrogarci sulla situazione politica che, lo vogliamo o no,  segna la vita del Paese e condiziona la vita di tutti noi; è tangibile una situazione preoccupante!

Italia dei Valori non ha mai distolto l’attenzione dalle nefandezze di questo governo, ne ha sempre contrastato il devastante progetto, ha evidenziato con forza le contraddizioni di una politica basata sul lavaggio dei cervelli addolcito da subdole promesse.

Ora i nodi stanno venendo al pettine: abbiamo un PDL alla resa dei conti interna che evidenzia la fine del “partito dell’amore”, c’è una Lega insofferente e consapevole delle difficoltà a incassare il tanto promesso “federalismo”, assistiamo al solito teatrino “ondivago” dei c.d. centristi (Casini, Fini, Rutelli…),  registriamo le difficoltà di un PD che non è in grado di tracciare una rotta per uscire dalle “secche del berlusconismo”.

E’ agosto, abbiamo bisogno di tirare il fiato dopo la raccolta firme e la celebrazione dei congressi provinciali, ma non possiamo stare con le mani in mano, dobbiamo onorare la fiducia che tanti Cittadini onesti hanno riposto in Italia dei Valori, dobbiamo proseguire nell’azione coerente e intransigente a difesa della giustizia sociale che abbiamo seguito in questi anni, dobbiamo indicare la strada volta a costruire un equilibrato governo della Polis.

Per questo dobbiamo anticipare i tempi e ritrovarci il 17-18-19 settembre p.v. a Vasto per affermare la forza di una IDV capillarmente presente nel territorio, rilanciare la nostra azione, individuare le azioni da intraprendere, definire la futura agenda politica, essere protagonisti forti del nostro progetto politico.

E’ un appuntamento ormai diventato tradizione e la struttura del partito lavorerà per organizzare al meglio l’evento: nei prossimi giorni troverete sul sito www.italiadeivalori.it tutte le indicazioni utili per organizzare al meglio la vostra presenza.

Invito caldamente a non mancare e chiedo a tutti di essere prim’attori di questo grande evento garantendo la presenza a partire da venerdì 17 settembre.

Vi saluto cordialmente

Antonio Di Pietro