ONORATI RISPONDE A PALOZZI

RIPORTIAMO L’INTERVISTA CHE UGO ONORATI, NOSTRO CANDIDATO A SINDACO PER LA COALIZIONE DEL CENTRO SINISTRA PER LE AMMINISTRATIVE DEL 2011 HA CONCESSO AL SITO PUNTO A CAPO ON LINE

Dopo l’intervista-attacco di Adriano Palozzi, soprattutto contro il vincitore delle primarie, Ugo Onorati risponde al primo cittadino sulle prospettive della coalizione di centrosinistra, ma anche sul suo operato come Sindaco.

Anzitutto Palozzi contesta la scarsa partecipazione dei cittadini al voto per le primarie aperte di coalizione. Duemila votanti, che hanno fatto la fila davanti ai quattro seggi dislocati sul territorio, rappresentano il 10% dell’elettorato marinese. Un dato non buono, ma ottimo che è confortante per tutto lo schieramento di centrosinistra. Soprattutto se lo si confronta con le statistiche relative ad analoghe prove avvenute in altri comuni e se si tiene conto della sempre più generale scarsa partecipazione al voto. Che poi il sottoscritto possa rappresentare per Marino “il peggior passato visto negli ultimi anni”, questa è una considerazione di parte di Palozzi, ma non dei cittadini che hanno sempre voluto mostrarmi il loro sostegno e la loro considerazione: il 13% del consenso alle amministrative del 2006, confermato alle provinciali del 2008.
Più che il mio, sarà il suo operato ad essere giudicato dai cittadini la prossima tornata elettorale nella primavera del 2011. Altresì è capzioso quanto afferma Palozzi circa la fiducia /​ sfiducia della coalizione di centrosinistra nei miei confronti. Infatti l’attuale consenso scaturisce da una consultazione popolare e non dalle indicazioni di partito, come avverrebbe nel suo caso, qualora lo designassero veramente da Roma, sperando che questa volta “qualcuno” non venga cancellato da qualche lista, come abbiamo recentemente appreso dai giornali. La coalizione di centrosinistra è unita oggi come e più del 2003, con lo stesso progetto politico condiviso da portare a compimento.

Sulle contraddizioni che Palozzi muove nei miei confronti e nei confronti del centrosinistra c’è ben poco da dire: sull’area del Divino Amore avevamo chiesto alla Regione Lazio presieduta allora da Storace di esprimersi sull’ampliamento del Parco dell’Appia Antica. Prevediamo, invece, che a breve sarà proprio Palozzi a portare in consiglio comunale quei “milioni di metri cubi”, prima che finisca il suo mandato. Piuttosto spieghi agli elettori perché ha promesso di fare “Marino libera e bella” e ci ritroviamo dopo cinque anni senza alcun intervento di arredo urbano, con una discutibile gestione della raccolta dei rifiuti, con un crollo verticale delle attività produttive, a cominciare dal commercio, con una regressione degli impegni culturali e sociali, con una censurabile politica clientelare delle assunzioni, con una miriade di interventi costosi ma non risolutivi nelle scuole, ma soprattutto con una fungaia di costruzioni senza servizi e senza rispetto delle prescrizioni che con il piano regolatore non hanno nulla a che vedere.

Sulla riapertura del pronto soccorso vorrei ricordare al sindaco di Marino che la battaglia è stata portata avanti per mesi dal sottoscritto e dai cittadini marinesi, lì dove lui, Palozzi, aveva dato il suo assenso per la chiusura durante una seduta della conferenza dei sindaci, in cambio dell’apertura di un punto di primo intervento. Sarà questo e non un pronto soccorso che vedremo inaugurare a ridosso della campagna elettorale da parte? E perché non riapre il pronto soccorso nel 2010, ma nel 2011? La propaganda è l’anima del commercio elettorale. Se il pronto soccorso sarà veramente riaperto con i reparti di urgenza indispensabili, saremo i primi a essere contenti, anzitutto come cittadini; ma se ciò avverrà per finta o non avverrà, saremo pronti a segnalare l’inganno ai cittadini. Conoscendo i soggetti, permetteteci di dubitarne finché non avremo visto e toccato con mano.

Il confronto pubblico su questi temi, oggi auspicato da Palozzi, glielo avevano sollecitato già qualche mese fa e per più volte le stesse forze politiche di centrosinistra e lui si è reso latitante. Sicuramente avverrà, ma a tempo e luogo debiti.

Mi dispiace per Palozzi, questa volta il malessere non è nel centrosinistra, che tornerà ad amministrare il Comune, ma nel centrodestra, dove regnano lo scontento e le divisioni. E lui lo sa. Un malumore generale del suo operato politico e amministrativo che si riflette nella stessa base elettorale. Se poi non lo percepisce, basta solo che lo chieda in giro e se ne renderà conto.

(Fonte Punto a capo online)

Annunci

0 Responses to “ONORATI RISPONDE A PALOZZI”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: